parole colombiane

10 parole da imparare prima di viaggiare in Colombia 1


Viaggiare in Colombia è bellissimo! Non solo per i suoi paesaggi, per la sua cucina che varia da regione a regione e per la sua gente che è sempre gentile e amabile, ma anche per le sue espressioni nel linguaggio!

Se state organizzando una visita in Colombia è bene che iniziate a studiare qualche termine che vi ritornerà sicuramente utile quando parlerete con un locale.

 

  1. Me regala

In Colombia tutto è un regalo. Non nel vero senso della parola purtroppo! Regalare significa infatti dare, prestare. I colombiani lo usano sempre, quindi è bene che vi abituate a sentirle e a usarlo!

Esempio: ¿Me ragala una arepa por favor?  = Posso avere una arepa, per favore?

 

2. Rumba

Se c’è una cosa di cui i colombiani sono esperti è la rumba, e no, non è un ballo, ma è quella che gli spagnoli chiamano la fiesta, cioè l’uscire la sera a divertirsi! Può essere a ballare, a bere, a casa di un amico, la parola d’ordine è sempre: divertirsi, e pasarla bien!

Esempio: Hoy es sabado, ¿vamos de rumba? = Oggi è sabato, usciamo?

 

3. Guayabo

Dopo aver rumbeato tutta la notte, è anche molto probabile che abbiate bevuto troppe birre o aguardiente (o entrambe le cose assieme!). Il mal di testa, la nausea e la stanchezza del giorno dopo si risolvono con un bicchiere di agua de panela con lemon, che risolve sempre tutti i mali! Il Guayabo è letteralmente la sbornza, e se siete soliti rumbear la notte, avrete subito confidenza con questo termine!

 

Esempio: Salì de rumba ayer y ahora tengo guayabo = Sono uscita ieri sera e oggi non mi sento molto bene (perchè ho bevuto troppo…)

Guayabo

non bevetene troppo se non volete un guayabo il giorno dopo!

4. No dar Papaya

Una delle raccomandazioni più importanti da seguire in Colombia. Letteralmente “non dare la Papaya” (il frutto), significa non mostrare oggetti di valore come soldi, carte di credito, rolex o Louis Vuitton. Come si dice da noi: l’occasione fa l’uomo ladro!

 

Esempio: No dar papaya si no quieres que te roban el telèfono = Se non vuoi che ti rubino il telefono non lo mostrare ai quattro venti! 

 

5. Parce/Parcero

Anche questa parola è molto diffusa, specie tra i giovani ragazzi colombiani. Significa letteralmente “amico” e si usano indistintamente le due varianti: parce o parcero

 

Esempio: ¡Parce, hace rato no te veo!  = Amico, da quant’è che non ti vedo!

 

 

6. Abeja/Ojo

Letteralmente la abeja è la vespa (l’insetto). Quando qualcuno vuole dirti di stare attento a qualcosa e/o qualcuno usa questa espressione, oppure ¡Ojo! che è come il nostro: Occhio! (Attento!)

 

Esempio: En la Candelaria hay muchos ladrones, ¡abeja! = Alla Candelaria girano molti ladri, attento!

 

7. Bacano/ Chevere

Un altra espressione che sentirete in continuazione! Significa: figo, cool, bello!

 

Esempio: ¡Hay club de salsa muy chevere en Cali! = Ci sono locali di salsa fighssimi a Cali!

 

8 Hacer una vaca

Letteralmente sarebbe “fare la vacca”, ma in realtà non ha nulla a che fare con la povera vacca! In italiano diciamo “alla romana”. Si usa infatti quando si va per esempio a mangiare tutti assieme e ognuno paga la sua parte.

 

Esempio: La cuenta es 200.000 pesos, hacemos vaca = Il conto è 200.000 pesos, dividiamo

 

9. Puente

In Colombia ci sono più di 20 festività in un anno. E quasi sempre sono a cavallo con i fine settimana, per questo nel “puente” i colombiani si spostano sempre, che sia una gita fuori città, o alla finca, o in qualche località fuori o dentro il Paese, approfittano sempre del puente per fare qualcosa.

 

Esempio: Qué rico, este fin de semana es puente y podemos ir a la finca = Che bello, questo fine settimana c’è un ponte e possiamo andare alla finca (che è la casa in campagna)

 

10. Pola

Se avete voglia di una cerveza fresca, in Colombia chiedete per una Pola, letteralmente: birra.

 

Esempio: Con este calorcito necesito una Pola fria = Con questo caldo ho bisogno di una birra fresca

* bonus: Se invece di una Pola volete un bicchierino (o una bottiglia!) di aguardiente, allora chiamatelo Guaro; se invece volete un bicchierino (o di nuovo, una bottiglia…) di whisky allora chidete per un Amarillo

 

The following two tabs change content below.
Roberta

Roberta

Travel blogger, sarda e viaggiatrice. Grazie ad un amore ha scoperto un amore ancora più grande: la Colombia. Quando non sta sperimentando una nuova ricetta culinaria, o mangiando qualcosa di etnico e rigorosamente gluten free, la trovate a bruciare i grassi tra lezioni di zumba e salsa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “10 parole da imparare prima di viaggiare in Colombia