Jardín, Colombia

Jardín 1


Durante un fine settimana lungo (uno dei tanti, visto che in Colombia son abbastanza frequenti!), mentre mi trovavo a Medellín ho approfittato per andare “de paseo” a Jardín.

Famoso per essere uno dei paesini più colorati della regione, a me ha sorpreso non tanto per le sue case colorate, ma per la bellissima natura e piantagioni di caffé che la circondano!

Camminando tra le verdi montagne, con la compagnia del canto degli uccellini e osservando piante e fiori strani (tipo quelle della foto…) mi sono rigenerata!

Se avete l’opportunità vi invito a visitare questa parte della Colombia, meno battuta dai turisti stranieri, ma molto famosa tra i colombiani!

Jardín, Colombia

Come arrivare a Jardín

Da Medellín: dalla Terminal sur (quella vicino al Poblado) partono bus di Rapido Ochoa o Transportes Antioqueños (taquilla 2, in fondo!). Gli orari (aggiornati a Luglio 2017) sono:

6.55– 9:20 – 10.30 – 12.00 – 12.30 – 2.00pm – 3.45pm – 5.00pm

Il viaggio è di circa tre ore.

Mentre per rientrare a Medellín da Jardín i bus sono: 5.15 – 6.00 – 7.00 – 9.30 – 12.15 – 3.00 pm – 4.15pm – 5.00 pm.

Il costo è di 25.000 pesos a tratta (circa 8 euro).

 

 

Dove dormire a Jardín

Ci sono diversi hotel e ostelli. Io ho dormito in uno bellissimo! Immerso nella natura e vicino al fiume, con amache, lezioni di yoga e colazione inclusa! Ci si può arrivare o con una passeggiata di 10 minuti dal centro oppure in tuc tuc (anche se qui le chiamano mototaxi!), ad un costo di circa 7.000 pesos (2 euro).

L’ostello è questo:

Jardín, Colombia

Foto di booking.com

 

Cosa fare a Jardín

A parte perdersi tra le stradine del paesino e scattare migliaia di foto alle sue case, ci sono tante camminate ecologiche da fare.

La più famosa e tranquilla è quella che parte dal Paese (dalla fine di Calle 8) dove per un pezzo si percorre l’antica via indigena fino al Charco del Corazón, un fiume dove è possibile bagnarsi. Nel cammino si incontra la Cascada del Amor, si dice che se due fidanzati si baciano lì sotto si ameranno per sempre… Io ero sola quando l’ho visitata, quindi ho giurato amore eterno a me stessa! 😛

Altra passeggiata bella da fare è a La Garrucha. Alla fine della Calle 12 prendete la funivia di legno e godetevi la vista! Poi ritornare a piedi in città, la camminata è di circa 1 ora e passa per il Charco del Corazón.

Se siete amanti del bird-watching, ovvero osservare gli uccelli, non perdetevi la Reserva Natural Gallito de Roca, l’entrata costa circa 10.000 pesos (3 euro) e si consiglia di andare presto la mattina perchè è l’ora in cui si possono osservare più esemplari.

Infine non perdetevi la vista dal Cristo Rei. E’ Una passeggiata di circa 1 ora ma ne vale la pena!

Se avete la possibilità di passare più di una notte a Jardín, organizzate una passeggiata a cavallo tra le montagne, è un’esperienza fantastica!

E per terminare le cose da fare a Jardín, non andante via senza aver mangiato almeno una bandeja paisa, aver bevuto un caffé (siete circondati da piantagioni di caffé, non potete privarvene!) e infine mangiare un dolce di Jardín nella famosa pasticceria di Carrera 13!

Jardín, Colombia

Consigli

Jardín è molto tranquilla, io ho camminato sola tra la natura e le montagne e in nessun momento ho avuto paura o mi son sentita insicura. L’unico è: portatevi repellente, perchè a me per esempio mi hanno mangiato le zanzare (come spesso mi capita…!).

Il clima è più fresco rispetto a Medellín e spesso piove, quindi portatevi una giacchetta e un ombrello. Di giorno però, specie camminando così tanto, vi verrà caldissimo, quindi insomma, vestitevi a cipolla!

The following two tabs change content below.
Roberta

Roberta

Travel blogger, sarda e viaggiatrice. Grazie ad un amore ha scoperto un amore ancora più grande: la Colombia. Quando non sta sperimentando una nuova ricetta culinaria, o mangiando qualcosa di etnico e rigorosamente gluten free, la trovate a bruciare i grassi tra lezioni di zumba e salsa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Jardín