Salento


La prima volta che sono andata a Salento ho dovuto affrontare un lungo viaggio in bus, fatto di lunghe code di traffico, intrappolati in una strada tutta curve, a due corsie (una per ogni senso di marcia, ovviamente!), in mezzo alle montagne del Quindìo, con uno scenario SPETTACOLARE!

eje cafetero

Così, dopo aver visto sorgere e tramontare il sole, dopo ben 10 ore di viaggio in bus, e dopo l’incertezza di un viaggio che sapevo quand’era iniziato, ma mai quando sarebbe finito, la Colombia mi ha regalato questo bellissimo paesino: Salento!

Salento

7001 abitanti, 24 km da Armenìa, circondata da piantagioni di caffè e casette colorate in stile coloniale.

E’ uno dei miei paesi preferiti in Colombia per tre motivi:

  • l’atmosfera che si respira in paese: la mattina l’aroma del caffè e il profumo di pan de queso appena sfornato si fondono con l’aria frizzantina che risveglia tutta la tua adrenalina! La sera dalle casette colorate del paese fuoriesce musica latina: salsa, vallenato, bachata. Le strade sono affollate di turisti e colombiani, e tra una birra e una partita a tejo il tempo passa in allegria e tranquillità!
  • la gente: calorosa, sociale, ospitale e divertente! A Salento ognuno ha un soprannome. Fermatevi a praticare un po di spagnolo con un locale, e vi racconterà la storia del suo soprannome (e quella di suo padre, tio, primo, amigo, amigo dell’amigo….)
  • la natura: piantagioni di caffè, banani, platani, yucca, avocados, mango. Ma anche fiumi, ruscelli, farfalle di tutti i colori. Una passeggiata nei dintorni vi chiarirà le idee sul perché Salento è una perla da non perdere!
finca Salento

una tipica finca vicino Salento

 

Come arrivare:

In minibus da Armenìa (1 ora, 3800 pesos) ogni giorno, ogni 20 minuti dalle 6.00 alle 21.00.

o Pereira (1 ora, 6000 pesos) ogni giorno, ogni mezz’ora; oppure da Medellin (7 ore 45.000 pesos) ogni giorno il bus diretto parte alle 9am, 11am, e 1pm

I bus fanno tutti capolinea nella Plaza Mayor. Chiedi all’autista se vuoi scendere prima, in linea generale ti farà questo favore.

Puoi arrivare ad Armenia o a Pereira in bus o aereo dalle maggiori città.

Se invece vuoi (o devi) prendere un taxi da Armenia ti costerà sui 60.000 pesos. Cerca di non perdere il bus se non vuoi spendere questa cifra!

Dove dormire:

Salento offre un’infinita possibilità di sistemazioni: hostal con camere singole o dormitori con o senza bagno privato, affittacamere, agriturismi (fincas).

Quelli che ti consiglio io sono:

Hostal Trallala letteralmente a 2 passi dalla Plaza Mayor. L’ostello è molto carino, easygoing, frequentato da viaggiatori giovani. Lo staff è gentilissimo e disponibile. Puoi affittare gli stivali indispensabili per il Trekking alla Valle del Cocora (per solo 3000 pesos), usare la lavatrice (e dopo il trekking ti sarà indispensabile anche questa!), c’è il wifi, un cortile molto carino dove socializzare con altri viaggiatori e una cucina dove puoi trovare caffè, te, sale, pepe e olio a gratisssss!! Io ci ho portato anche mia madre e si è trovata benissimo! Unica pecca: non accettano pagamenti in carta, quindi preparati con contanti! Ti consiglio di prenotare perché è quasi sempre fully booked!

Plantation House frequentatissimo da tanti backpackers, offre dormitori con e senza bagno, ma anche camere private con bagno, wifi, cucina, aree comuni. Hanno una piantagione di caffè di proprietà che puoi visitare (ma il tour privato si paga). Si trova a 5 isolati dalla Plaza Mayor. Se ami il contatto con la natura ti piacerà tantissimo. Se hai la paranoia di animali, insetti e zanzare allora o portati tanto repellente e il fornelletto antizanzare altrimenti scegli un altro ostello.

Casa la Eliana ha un giardino con una vista spettacolare. Lo staff è molto gentile e i bagni, anche se in alcune stanze sono condivisi, sono pulitissimi.

Si trova vicino al Pantation House, quindi a 5 isolati dalla piazza principale, e ha anche un ristorante al suo interno.  Io ci sono stata l’ultima volta e mi è piaciuto molto!

Cosa fare:

A Salento ci sono diverse attività interessanti da fare:

– Trekking alla Valle del Cocora

– Visita ad una Finca di Caffè

– Escusione a cavallo

– Giocare a Tejo

– Mangiare la trucha

– Godersi il paesaggio fantastico

Qui ti spiego cosa tutto c’è da fare a Salento!

Consigli:

Salento è davvero una perla imperdibile! Il modo migliore per sfruttare al massimo il tempo qui è svegliarsi presto la mattina (e comunque il gallo inizierà a cantare alle 4 del mattino, quindi sarà inevitabile!). Programma di rimanere a Salento almeno 3 giorni per riuscire a visitare: la Valle del Cocora, una piantagione di caffè, il mariposario di Armenia (per cui dovrai prendere un bus, ma vale la pena rimanere a soggiornare a Selento e non spostarti ad Armenia).

L’aria è frizzantina (non fredda) specie la mattina. Vestiti a cipolla, perché durante il giorno arriva il tepore (non caldo!), e sopratutto durante le lunghe camminate ti verrà caldo, tanto caldo!

Portati scarpe comode perché ci sarà, inevitabilmente, da camminare.

Salento è un paese molto sicuro, anche una passeggiata tra i sentieri nelle montagne (quelli battuti dai turisti) è molto tranquillo. Capiterà di incontrare l’esercito, ma stai tranquillo, sono lì proprio per controllare che tutto sia ok.

Come suggerisco sempre: usa buon senso e intuito. Non avventurarti nella giungla perché rischi di perderti e sarà molto difficile ritrovarti!

Incolombia.it