Vaccini Colombia

Vaccinazioni e prevenzione in Colombia 7


E’ obbligatorio fare i vaccini per andare in Colombia?

Risposta: no, ma….

Probabilmente non vi prenderete nessuna epatite, tifo o tetano. Ma perché prendere il rischio?

Con questo non voglio allarmarvi, o riempirvi di paranoie (anzi!). La prima volta che sono andata in Colombia non avevo alcuna vaccinazione. E ho fatto tanti viaggi, in Brasile, Thailandia, Messico, senza mai nemmeno pensare lontanamente a vaccinarmi.

L’anno scorso a Cartagena ho mangiato da un venditore ambulante per strada uno spiedino di carne, molto buono, intinto in un olio chiamato “ingrediente segreto” ….bene, l’ingrediente segreto si è scoperto alle 4 del mattino quando mi son ritrovata con i crampi alla pancia seduta in bagno. In quel momento, in cui sudavo freddo, ho pensato davvero di aver preso il tifo, e mi maledicevo per non aver pensato alla vaccinazione!

Se sono qui a scriverne è perché di tifo, per fortuna, non si trattava. L’ingrediente segreto evidentemente era qualcos’altro!

Tuttavia questa esperienza mi ha segnato. Così’ quando son tornata a casa mi son promessa di non trascurare mai più le vaccinazioni e capire quali fossero da fare o meno.

Ma da dove iniziare?

  • Consulta il tuo medico. Lui saprà come e dove indirizzarti per iniziare tutte le vaccinazioni. Il sito della Farnesina mette a disposizione alcune informazioni su questo sito, anche se non sempre le info sono aggiornate o affidabili. Io ho la fortuna di abitare in Inghilterra, e qui le informazioni relative alle vaccinazioni per viaggiare sono molto più accurate. Se capite l’inglese e volete farvi un’idea reale di quali vaccinazioni siano consigliate e quali obbligatorie potete consultare o il sito dell’ NHS (l’assistenza sanitaria locale), o quello di Boots, che io trovo sempre molto utile.

  • Verifica se hai bisogno di richiami. Io per esempio pensavo di aver bisogno di fare il vaccino per l’ epatite B. Invece, grazie a mia mamma che conserva tutti i documenti, ho ritrovato il foglio delle vaccinazioni di quando avevo 13 anni e ho scoperto che dovevo fare solo un richiamo (in questo modo mi son salvata da 3 diverse punture!)

  • La vaccinazione per la Febbre Gialla non è obbligatoria in Colombia, ma consigliata. Questo significa che: se avete intenzione di visitare Bogotà o Medellin, andare nella zona cafetera, e limitarvi a Cartagena e Parco Tyrona, teoricamente non dovreste correre rischi, o comunque la probabilità che una zanzara infetta da febbre gialla vi punga è davvero molto bassa. Se invece avete intenzione di addentravi nella giungla o in trekking come quello a Ciudad Perdida io vi consiglio di prenderla in considerazione.

  • La Malaria, è un’altra vaccinazione non obbligatoria, e non necessaria a meno che non vi rechiate nell’Amazzonia  o in zone con scarsa igiene. La vaccinazione consiste in una cura di pastiglie che dovrete prendere prima, durante e dopo. E’ una cura abbastanza forte, quindi vi consiglio di prenderlo solo e unicamente se avete intenzione di visitare queste zone.

  • Tifo, tetano, epatite io ho valutato di farle da quando, come vi raccontavo prima, ho avuto una brutta intossicazione alimentare. Il che non vuol dire che sono immune da intossicazioni alimentari, ma almeno sarò sicura di non morire di tifo o epatite!

  • La Rabbia potrebbe essere un altro rischio, non tanto in Colombia, ma in altri Paesi vicino. Tuttavia se non pensate di stare a stretto contatto con animali, che potrebbero essere infetti, è pressochè inutile fare la vaccinazione.

Tenete in conto poi che per alcuni rischi non esiste vaccinazione. La chikungunya per esempio è una malattia trasmessa dal puntura di una zanzara infetta, così come la Dengue, diffusa quest’ultima in diversi Paesi tropicali.

In Colombia c’è il rischio di contrarla nella zona Caraibica. E’ fondamentale quindi che usiate repellente per zanzare. L’Autan non fa granché perché usa una dose non abbastanza alta di veleno. Io vi consiglio di comprare un repellente in farmacia o al supermercato direttamente in Colombia.

Usate anche i braccialetti antizanzare. Non faranno tantissimo, ma è pur sempre una precauzione in più.

Inoltre esistono delle pastiglie che potrete comprare in farmacia, anche in Italia, a base di Eucalipto. Se prese con costanza creano un odore molto cattivo della pelle, percepibile solo e unicamente agli insetti, che gli terrà lontani da voi.

Nel caso sfigato veniate punti da qualche insetto, recatevi immediatamente al pronto soccorso. Non aspettate di tornare in Italia.

Per vostra informazione il numero della Polizia Turistica in Colombia è

(+571) 337-4413 – 243-1175

oppure per le emergenze (tipo ambulanza) chiamate il 125, oppure la Croce Rossa all’ 132.

Non aspettatevi che vi parlino in italiano ovviamente. Se la situazione fosse davvero critica chiamate il Consolato al 218-6680

 

Infine, non dimenticatevi di partire con un’assicurazione sanitaria! Io uso sempre questa

 

Incolombia.it

The following two tabs change content below.
Roberta

Roberta

Travel blogger, sarda e viaggiatrice. Grazie ad un amore ha scoperto un amore ancora più grande: la Colombia. Quando non sta sperimentando una nuova ricetta culinaria, o mangiando qualcosa di etnico e rigorosamente gluten free, la trovate a bruciare i grassi tra lezioni di zumba e salsa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 commenti su “Vaccinazioni e prevenzione in Colombia